Riabilitazione

La riabilitazione termale può essere respiratoria o motoria: le Terme di Salice le gestisce entrambe.

La riabilitazione respiratoria è indicata per i pazienti affetti da insufficienza respiratoria di grado medio o lieve (sono esclusi i casi gravi con ossigenoterapia continua).
La riabilitazione termale respiratoria tratta in particolare i bronchitici cronici con enfisema polmonare e i broncopneomoconiotici (pazienti esposti per anni ad inquinanti atmosferici corpuscolati). Con l’assistenza dei terapisti della riabilitazione, vengono trattati con sedute di rieducazione respiratoria e di ventilazione polmonare intermittente positiva, oltre che con l’ausilio delle terapie termali inalatorie con acque sulfuree (inalazioni caldo umide, aerosol, nebulizzazioni).

La riabilitazione motoria termale tratta tutti gli esiti traumatici che colpiscono il rachide, e gli arti superiori e inferiori. La riabilitazione motoria si effettua in acqua salsobromojodica per la sua azione antidolorifica, antinfiammatoria, miorilassante, decontratturante.
Il paziente recupera più velocemente la sua capacità motoria perché riesce a effettuare più esercizi rieducativi con meno dolore. In ambito termale si combinano le sedute di idrokinesiterapia in vasca riabilitativa con terapista, le sedute di percorso vascolare con cascata cervicale, le pratiche termali con le classiche tecniche riabilitative (terapie fisiche, magnetoterapia, ultrasuoni, laserterapia, ecc) con sedute di fisiokinesiterapia e di massofisioterapia. Il paziente recupera in minor tempo gli esiti delle lesioni, che possono essere legate a postumi di incidenti stradali e/o domestici o ad esiti di interventi chirurgici ortopedico-traumatologici (protesi d’anca, di ginocchio, blocchi articolari, periartrite scapolo-omerale).

Terapie termali